La “parola” è il mezzo per antonomasia dell’ espressione umana,
sin dalla notte dei tempi.

La parola è la chiave
per esprimere sentimenti, sensazioni, pensieri, intuizioni, percezioni, emozioni…
anche sguardi, istinti, silenzi, gesti, sussurri,
attimi di vita.

La poetessa Anya Sødern
custodisce la parola nello scrigno della propria anima,
aprendolo ogni qual volta la Vita le offra l’ opportunità di
meravigliarsi, sorprendersi, riconoscersi
davanti allo specchio
della Natura, dell’ Uomo, del Divino, della Vita
in ogni sua più intima espressione.